SOPRA LE MACERIE - ALLE ORIGINI DEL PIU' GRANDE POLO INDUSTRIALE DEL MEZZOGIORNO: I LAVORATORI E L'ALFA ROMEO DI POMIGLIANO

Cimitile Aniello

Lo stabilimento Alfa Romeo Avio di Pomigliano d'Arco, impiantato celermente in clima prebellico, sembrava nato giusto per essere distrutto, prima dalle mine naziste e poi dalle bombe alleate del... continua
Editore: Tullio Pironti Editore
Lingua: Italiano
Categorie:

Prezzo: € 13,00
Disponibilità: immediata
Spedito in 24/48 ore

Lo stabilimento Alfa Romeo Avio di Pomigliano d'Arco, impiantato celermente in clima prebellico, sembrava nato giusto per essere distrutto, prima dalle mine naziste e poi dalle bombe alleate del 1943.

Le maestranze, oltre seimila, erano state tutte licenziate ed era già in esecuzione il piano di recupero e trasferimento al Nord di materiali e macchine salvate.

Accadde invece che Ferruccio Parri, primo Presidente del Consiglio dell'Italia Repubblicana, alla sua prima visita al Mezzogiorno, come primo atto, venne a rendere omaggio ai circa cinquecento lavoratori che, dalle macerie, avevano rimesso in piedi i primi reparti, salvato e messo in funzione oltre trecento macchine, testardamente difese da ogni tentativo di portarle via.

Rimettere in piedi l'embrione produttivo del futuro polo industriale di Pomigliano non bastava, bisognava anche realizzarne le premesse culturali e sociali. Un drappello di ex braccianti, contadini, muratori, artigiani e garzoni di bottega, trasformati da pochi anni di fabbrica in "operai metalmeccanici", si assunse la grande missione storica di essere il motore primordiale e locale di un mondo nuovo.

Accamparono diritti e migliori condizioni di vita di contadini e lavoratori, alimentarono lotte e movimenti, valori e principi di cultura operaia avanzata, crearono nuove relazioni e modelli di vita sociale, fondarono ex-novo il proprio Partito, organizzarono il Sindacato in fabbrica e la Camera del Lavoro sul territorio. 

Cammino esaltante, ma anche tormentato: pagato a caro prezzo, quotidianamente, fra scomuniche, rappresaglie e repressioni, fra resistenza del "vecchio" e contrapposizione di un "nuovo" ostinatamente diverso da quello che si voleva costruire.

Informazioni prodotto

Rilegatura
Brossura
Pagine
296
ISBN / EAN
9788879377720
Editore
Tullio Pironti Editore
Lingua del testo
Italiano
Data di stampa
10/2020
Formato
14 x 21 x 2 cm

Informazioni aggiuntive

Genere o Collana
Storico

Scrivi una recensione

Accedi o registrati per scrivere la tua recensione

Menu
Scopri la LIBRERIA >>