Vacanze estive dal 7 al 21 Agosto: Gli ordini ricevuti in questo periodo saranno evasi a partire dal 22 Agosto. Maggiori informazioni >>

Vacanze estive dal 7 al 21 Agosto: Gli ordini ricevuti in questo periodo saranno evasi a partire dal 22 Agosto. Maggiori informazioni >>

MIKE HAILWOOD IN 100 OBJECTS

Robinson James

La sera di sabato 21 marzo 1981, Mike Hailwood stava guidando la sua Rover sulla statale A435 presso Birmingham, con accanto i due figli David di 6 anni e Michelle di 9 anni: stavano andando a... continua
Editore: Banovallum
Lingua: Inglese
Categorie:

NOVITA'
Prezzo: € 48,00
Disponibilità: immediata
Spedito in 24/48 ore

La sera di sabato 21 marzo 1981, Mike Hailwood stava guidando la sua Rover sulla statale A435 presso Birmingham, con accanto i due figli David di 6 anni e Michelle di 9 anni: stavano andando a comprare fish and chips per cena.

Dietro una curva cieca, un autista di camion stava facendo irresponsabilmente una inversione a U e Mike, pur tentando una manovra disperata, non riuscì a evitare l’impatto. Così la signora in nero, fallito in passato il tentativo di rapirlo su uno dei circuiti del Mondiale, chiudeva il conto con un pilota leggendario nel modo più devastante e beffardo.

Il piccolo David si salvò miracolosamente, mentre Michelle morì sul colpo. Mike, estratto in gravissime condizioni dal groviglio delle lamiere e portato all’ospedale di Birmingham, morì due giorni dopo, lunedì 23 marzo, senza aver ripreso conoscenza. 

Mike Hailwood, l’uomo nato per correre, fenomeno sulle due ruote e superbo anche nell’automobilismo, se ne andava così, nel modo più assurdo, a 41 anni non ancora compiuti.

È passato dall'era in bianco e nero, dalle tute scure monocolore e dai caschi a conchiglia, ai giorni multicolori, con caschi integrali e sponsorizzati della fine degli anni Settanta. Trovò anche il tempo di gareggiare in auto, ottenendo un terzo posto a Le Mans nel 1969 alla guida di una Ford GT40, vincendo il Campionato Europeo di Formula 2 del 1972 e partecipando a 50 Gran Premi di F1, al debutto nel 1963 e ultimo nel 1974.

Se le statistiche sulle auto sono notevoli, quelle sulle moto sono stupefacenti: nove campionati del mondo, 76 vittorie nei GP, 14 vittorie al TT, intervallate da 18 anni, la prima nel 1961, l'ultima nel 1979. 

A distanza di quarant'anni da quel tragico evento, David, sopravvissuto all'incidente, ha permesso e approvato la pubblicazione di questo volume - Mike Hailwood in 100 Objects. An intimate insight into a racing life - che racconta la vita del grande campione attraverso 100 oggetti, dal più banale al più intimo e curioso. 

Informazioni prodotto

Rilegatura
Rilegato
Pagine
123
ISBN / EAN
9781911658894
Editore
Banovallum
Lingua del testo
Inglese
Data di stampa
04/2022
Formato
30 x 22 x 1,5 cm

Informazioni aggiuntive

Genere o Collana
Fotografie

Scrivi una recensione

Accedi o registrati per scrivere la tua recensione

Menu
Scopri la LIBRERIA >>